Legal
 

Dichiarazione in materia di schiavitù e tratta di esseri umani

Dichiarazione in materia di schiavitù e tratta di esseri umani per Hadley Industries Holdings Limited (esercizio chiuso il 31 marzo 2017)

Il presente documento è conforme alla Sezione 54 del Modern Slavery Act 2015 e funge da dichiarazione in materia di schiavitù e tratta di esseri umani di Hadley Industries Holdings Limited per l'esercizio finanziario chiuso in data 31 marzo 2017. Esso illustra le iniziative intraprese da Hadley Industries Holdings Limited durante il precedente esercizio finanziario al fine di scongiurare il rischio del verificarsi di casi di schiavitù e tratta di esseri umani nell'ambito delle sue sedi e catene di fornitura. Ai fini della presente dichiarazione, gli accordi di joint venture verranno considerati parte delle nostre catene di fornitura.

La nostra attività

Hadley Industries Holdings Limited è il maggior produttore britannico indipendente di profilati metallici laminati a freddo. Siamo la società capogruppo di Hadley Group, con sede legale nel Regno Unito. Il Gruppo, attivo su scala globale, vanta oltre 500 dipendenti dislocati in cinque paesi e un fatturato annuale complessivo pari a £130 milioni.

La portata delle nostre catene di fornitura è estremamente ampia: esse comprendono infatti oltre seicento fornitori dislocati in sei paesi diversi.

Il nostro impegno

Hadley Industries Holdings Limited si impegna a scongiurare l'esistenza di casi moderni di schiavitù o tratta di esseri umani nell'ambito delle sue catene di fornitura o di qualsiasi parte della sua attività. Effettuiamo controlli in materia di "diritto al lavoro" per tutti i nostri dipendenti prima di dare inizio a un rapporto lavorativo, provvedendo fra l'altro a verificare, ove applicabile, che il dipendente in questione sia in possesso di un visto lavorativo valido e sia di età appropriata al lavoro. Applichiamo una politica di denuncia delle irregolarità che, pur essendo indirizzata in primo luogo i dipendenti, può essere altresì impiegata da altri operatori delle nostre catene di fornitura al fine di incoraggiare la segnalazione di presunti atti illeciti. Nell'ambito della nostra iniziativa finalizzata all'individuazione e mitigazione del rischio abbiamo provveduto ad analizzare varie politiche e pratiche esistenti, che sono state debitamente aggiornate o sono attualmente in fase di aggiornamento. Intendiamo introdurre una politica anti-schiavitù, conforme al nostro impegno ad agire eticamente e con integrità in tutti i nostri rapporti commerciali e a implementare e applicare sistemi e controlli efficienti atti a scongiurare il verificarsi di casi di schiavitù e tratta di esseri umani nell'ambito delle nostre catene di fornitura. Intendiamo inoltre implementare un codice di condotta per i dipendenti che tutti i nuovi collaboratori saranno tenuti a sottoscrivere quando entrano a far parte dei ranghi aziendali. Il codice in questione comprenderà una serie di regole tali da assicurare che i dipendenti applichino i più rigorosi standard di condotta etica durante le attività quotidiane. Ai dipendenti che, in virtù delle cariche rivestite, hanno le maggiori probabilità di trovarsi a individuare e scongiurare il rischio di potenziali casi di schiavitù moderna, tra cui quelli operanti nelle funzioni HR e acquisti, verranno offerte specifiche risorse di formazione. Tali risorse sono finalizzate a garantire un'approfondita comprensione dei rischi di schiavitù moderna e traffico di esseri umani nelle nostre catene di fornitura e in ambito aziendale. Intendiamo inoltre introdurre nella procedura di inserimento dei nuovi dipendenti iniziative di consapevolezza dei rischi di schiavitù e traffico di esseri umani nell'ambito dell'azienda e delle sue catene di fornitura. Non manchiamo di segnalare ai fornitori di primo livello gli standard da applicare al fine di far fronte al rischio di schiavitù e di tratta di esseri umani nell'ambito della catena di fornitura. Faremo dell'osservanza al Modern Slavery Act 2015 un presupposto delle nostre trattative con tali fornitori e della stipula di contratti con i suddetti. Intendiamo inoltre introdurre un processo di revisione a cui vincolare i fornitori di primo livello al fine di garantire l'osservanza del Modern Slavery Act 2015 e di individuare eventuali pratiche di schiavitù moderna. Qualora tale processo di revisione evidenzi dei problemi, verranno messi in atto i necessari provvedimenti. Come parte del nostro costante impegno anti-schiavitù, presteremo particolare attenzione all'adozione, da parte dei nostri altri fornitori, di un impegno a sradicare la schiavitù e la tratta degli esseri umani nell'ambito delle rispettive attività e catene di fornitura. Nei contratti con i fornitori in questione verrà inclusa una clausola standard che richiederà l'osservanza del Modern Slavery Act 2015. I fornitori che violino quest'obbligo verranno fatti oggetto di adeguati provvedimenti, tra cui l'eventuale rescissione dei rispettivi contratti. La presente dichiarazione è stata approvata dal consiglio di amministrazione di Hadley Industries Holdings Limited.

Visualizza la dichiarazione dI Hadley Group in materia di schiavitù e tratta di esseri umani